SEGUICI

Miti e realtà del microonde

Miti e realtà del microonde

Per qualcuno il microonde rappresenta un vero e proprio meccanismo mostruoso, per altri il microonde è l’elettrodomestico più essenziale della casa. Ma perchè tante leggende sul microonde e perché nonostante sia un elettrodomestico utilizzato in milioni e milioni di case è ancora così poco conosciuto? In molti pensano che serva per riscaldare velocemente qualsiasi cibo ma questo non è assolutamente vero, come è falso che sia cancerogeno infatti le onde elettromagnetiche emesse dall’apparecchio sono assimilabili, a volte minori, delle radiazioni emesse da un comune telefono cellulare.

Ma nel dettaglio cosa sappiamo veramente del forno a microonde? É veramente nocivo per la nostra salute? scopriamolo insieme sfatando qualche mito e diverse leggende

Mito: I forni a microonde utilizzano le radiazioni nucleari

La scienza ci insegna invece che le microonde sono radiazioni elettromagnetiche che si verificano a frequenze comprese tra 300 MHz e 300 GHz e sono fatte della stessa sostanza che interessa la luce visibile, inoltre, non hanno nulla a che fare con la radioattività oi reattori nucleari, infatti solo esposizioni prolungate o ad intensità estremamente elevate potrebbero essere nocive, ma non è questo il caso del forno a microonde.

Mito: non puoi mettere il metallo nel microonde.

Questo non è del tutto vero, infatti, i microonde hanno già molto metallo al loro interno: le pareti del forno, la ventola e così via, sono tutte di metallo l’importante è non introdurre all’interno del forno prodotti di metallo con punte o bordi taglienti perchè questo tipo di oggetti concentrano il campo elettrico nel microonde causando la formazione di archi elettrici. L’arco di per sé non è troppo pericoloso, ma può dare origine ad incendi causati da materiali infiammabili che si sono seccati all’interno del forno. Il vero motivo per cui non ha senso usare pentole di metallo quando si cucina nel forno a microonde  è che le onde non possono penetrare il metallo, quindi il cibo non cuocerà.

Mito: le microonde cuociono dall’interno verso l’esterno

Come già indicato in un precedente articolo, la parte interna del cibo si riscalda molto più velocemente in un forno a microonde che in un forno convenzionale ma questo accade solo se il cibo che stiamo riscaldando è grande, infatti più un prodotto è piccolo più tempo ci metterà ad essere cotto e questo accade perché le microonde penetrano nel cibo solo per un paio di centimetri; il resto del cibo si riscalda per conduzione, proprio come avviene nei forni convenzionali. 

Mito: i microonde sono sempre più veloci dei forni convenzionali.

Come abbiamo accennato prima e in un precedente articolo, esiste una dimensione ottimale del cibo che le microonde riscalderanno davvero molto velocemente. Ma cibi molto grandi, come gli arrosti, e cibi molto piccoli, come i singoli chicchi di popcorn, si riscalderanno molto più lentamente di quanto non facciano nei forni convenzionali e gli alimenti molto secchi potrebbero non riscaldarsi affatto.

Il microonde è un ottimo alleato nella cucina domestica ma anche in quella ristorativa, l’importante è conoscerne tutti i segreti per poterlo usare al meglio risparmiando tempo e soddisfando anche il gusto!